Catechesi: come ricominciare?

Lunedì 7 settembre 2020 il nostro Arcivescovo, mons. Cesare Nosiglia, ha inviato ai parroci, ai catechisti e alle famiglie due lettere con indicazioni importanti per ricominciare la catechesi in parrocchia con tutti coloro che iniziano o proseguono il loro percorso di Iniziazione alla vita cristiana, nei modi adatti alla situazione pandemica e alle sue incertezze. Trovate qui il testo inviato alle famiglie.

 

Cari genitori,desidero raggiungervi in questo tempo particolare per manifestarvi la mia vicinanza e la mia preghiera: è un periodo complesso e delicato che segna profondamente le nostre vite. Anche la comunità cristiana è stata obbligata a rivedere la programmazione pastorale, i calendari e le possibilità di incontro. Vorremmo ricominciare, nei modi adatti a questa situazione e alle sue incertezze, la catechesi in parrocchia con tutti coloro che iniziano o proseguono il loro percorso di iniziazione alla vita cristiana. Per questo vi invito ad avviare o continuare il dialogo con i catechisti e i preti delle vostre parrocchie, magari coinvolgendo anche padrini e madrine, per pensare insieme come e quando riprendere. In particolare, per i genitori dei ragazzi che attendono di celebrare uno dei sacramenti dell’iniziazione –la (prima) partecipazione all’Eucaristia, la Cresima – o la Riconciliazione e non hanno potuto farlo nel Tempo di Pasqua a causa della pandemia, sarà l’occasione per progettare i tempi e i modi del cammino verso la celebrazione e dell’accompagnamento dopo la festa. I sacramenti potranno essere celebrati tra settembre e dicembre 2020, a piccoli gruppi di ragazzi con le loro famiglie e la comunità riunita. Poiché è nel cuore della comunità che si vive e si testimonia l’unione nella fede e nell’amore, vi invito ad accogliere, con gioia e responsabilità, la proposta di partecipare, insieme con i vostri figli, alla proposta degli incontri e alla messa domenicale. È questa comunità, di cui siete parte, che insieme a voi, ai ragazzi e ai catechisti preparerà al meglio la celebrazione dei sacramenti: partecipando attivamente con canti e preghiere e testimoniando la gioia di accogliere il dono che Dio, in essi, fa alla Chiesa. Per i bambini e i ragazzi che iniziano quest’anno, o riprendono il cammino già avviato negli anni scorsi, e per le loro famiglie, suggerisco di iniziare a incontrarsi in parrocchia in Avvento. I mesi compresi tra settembre e novembre non saranno una “pausa”. Valorizzeremo questo tempo per prepararci al meglio: i catechisti dedicheranno tempo alla formazione e insieme –famiglie, catechisti e comunità tutta – ci incontreremo per continuare a conoscerci e “mantenere i contatti” e per condividere la vita cristiana nella quale desideriamo che i nostri ragazzi crescano. Cari genitori, è attraverso di voi che il Signore rivela ai vostri figli la sua presenza e la sua amicizia. Ciò che i ragazzi vivono in famiglia ha un valore prezioso ed unico per la scoperta e la crescita nella fede. Gesti, atteggiamenti, parole e insegnamenti di vita quotidiana, semplici momenti di preghiera vissuti insieme in casa, la cura delle relazioni e del tempo condiviso sono una palestra di comunione, di fraternità, dei servizio e di perdono che vale molto più di ogni pur necessario insegnamento da parte dei catechisti e dei preti. Vi ringrazio di cuore e invito voi e i vostri figli ad accogliere queste mie indicazioni, preparando con fede e riconoscenza le celebrazioni dei sacramenti e il tempo dell’Avvento. Il tempo di grazia che viviamo in questi mesi ci aiuti a esprimere la nostra riconoscenza al Signore, testimoniando a tutti, fiducia e speranza. Vi benedico di cuore.

Cesare vescovo, padre e amico

Spunti per la Domenica

Carissimi,

in questo tempo difficile, anomalo e incerto, vi pensiamo  e desideriamo vivere ripartendo dalla Buona Notizia:

non siamo soli  , il Signore Risorto cammina con noi , sempre e

proprio ora  possiamo riconoscere la Sua Presenza in tante persone e  gesti .

 La catechesi è fatta di carità ,  preghiera , annuncio

 CARITA’:

per donare o per ricevere…senza vergogna o paura…mettiti in contatto con la Parrocchia

 PREGHIERA E ANNUNCIO :

VI OFFRIAMO uno spunto per  questa domenica  che trovate in versione docx o pdf  , cliccando su questo link:

https://www.diocesi.torino.it/catechistico/wd-appuntamenti/e-dopo-pasqua-suggerimenti-per-la-catechesi-in-casa/

Auguri di buona Pasqua dalla Comunità di San Salvario

Buona Pasqua dalla comunità salesiana di San Salvario

E' Pasqua. La vita rinasce! Buona Pasqua da tutta la comunità di San Salvario!

Publiée par Santi Pietro e Paolo – Torino sur Vendredi 10 avril 2020

Non ci siamo dimenticati di voi. Anzi!
Soprattutto in questi giorni di isolamento forzato!
In questi giorni in cui è importante “restare a casa”:
In questi giorni in cui più lontano stiamo, meglio stiamo.
Proprio in questi giorni noi pensiamo a voi.
Proprio in questi giorni noi pensiamo per voi!
Proprio in questi giorni progettiamo per voi!
Ma soprattutto vi sentiamo vicini, vicini, vicini.
Perchè?
Perchè è Pasqua!
E Pasqua è la festa della vita che non muore.
Pasqua è la vita che risorge.
Pasqua è sapere che l’ultima parola non ce l’ha nemmeno il coronavirus.
Allora auguri di Buona Pasqua.
Buona Pasqua a voi famiglie, la luce del Risorto doni serenità e fiducia per il futuro.
Buona Pasqua a voi giovani, la vita che vince la morte grazie a Gesù, vi faccia sognare cose grandi per il vostro futuro.
Buona Pasqua a voi ragazzi, la vostra gioia e voglia di vivere sia contagiosa per tutti noi.
Buona Pasqua anche a chi sta soffrendo per malattia, solitudine, per la perdita di una persona cara. Perchè l’ultima parola non è della morte, della tristezza ma è della vita, è della gioia.
Buona Pasqua a tutti voi,
o meglio a tutti noi!
Il Risorto aiuti anche il nostro stare insieme a San Salvario, a risorgere a vita nuova,
più forti, più gioiosi, più entusiasti.
E’ Pasqua. La vita rinasce!
Buona Pasqua.

#restoacasaconTE – 3° Puntata

 Carissimi , 
è la prima volta nella  vita  di tutti noi, credo, che non si celebri, nelle chiese e nelle strade, la Domenica delle Palme , che non entri nelle nostre case quel ramo di ulivo, segno di benedizione per tutti noi.
 
Questa, però, può essere l’occasione in cui voi  potete dare anche solo un segno di questa giornata particolare, (l’ascolto di un racconto, un disegno, un gesto, un canto, una preghiera, una “creazione” manuale) , attraverso un’esperienza vissuta,  che certamente rimarrà impressa nella memoria  in questo tempo singolare, entrando così insieme ai vostri figli nel mondo della fede .
 
 Vi offriamo qui tanti spunti diversi :

https://www.diocesi.torino.it/catechistico/?post_type=wd-appuntamenti&p=2090&preview=true

(trovate Resto a casa con Te , sia in formato pdf, sia in formato Word )

 
 Con don Claudio e don Mario, e catechisti tutti , 
teniamoci uniti nella Speranza e nella fiducia !

FDM: che la sfida continui!

Visto che l’emergenza sanitaria si sta prolungando e la noia rischia di invaderci sempre di più, gli Animatori del gruppo FDM hanno deciso di ricominciare a giocare, riflettere, fare gruppo a distanza insieme ai ragazzi, coinvolgendo anche i genitori. Continueremo a stare insieme con delle sfide settimanali che contribuiranno a far avanzare le classifiche per le quali i ragazzi stavano già competendo prima di questo periodo di isolamento:
BEATI QUELLI CHE…
1) Ci stanno! Vince chi partecipa di più, mettendoci la faccia e il cuore…
2) Giocano! Vince chi fa più punti nei giochi proposti…
3) Camminano! Vince dimostra di fare più “passi”  di crescita…
Ed ecco qua la PRIMA SFIDA che lanciamo ai ragazzi per questa prima settimana e che contribuirà alla classifica BEATI QUELLI CHE… Ci stanno!
Prima di questo stop forzato stavamo iniziando a fare un murales nella nostra stanza, il cosiddetto JoyWall. Se siete ragazzi che “ci stanno” provate a fare un disegno di voi stessi o di qualcosa che vi rappresenta e verrà inserito in una bolla del murales. Così come hanno già fatto due membri illustri del gruppo, due fondatori diciamo (Gesù e Don Bosco)! Potete accompagnarlo con una frase oppure se siete coraggiosi con un video di risposta a quello degli animatori (magari raccontandoci un modo originale con cui trascorrete questo periodo di isolamento…). Quando torneremo in oratorio ovviamente il murales da digitale diventerà reale!
Stay On-line!

FDM: che la sfida continui!

FDM: che la sfida continui!BEATI QUELLI CHE…1) Ci stanno! 2) Giocano!3) Camminano!Per saperne di più visita il sito Don Bosco San Salvario

Publiée par Santi Pietro e Paolo – Torino sur Mercredi 1 avril 2020

#restoacasaconTE – 3° Puntata

Carissimi,

ci sono molti modi e stili per mettersi in ascolto e riconoscere la presenza di Gesù accanto a ciascuno di noi.   Papa Francesco ieri sera ci ha fatto capire che la  preghiera è tutto ascoltare Gesù Parola ,  chiederci cosa quella Parola dice a noi, alla nostra vita .

Quanto vi offriamo di condividere  in  famiglia o proporre ai vostri figli non è un obbligo, tanto meno un compito, ma un’opportunità  in cui scegliere magari solo l’ascolto del racconto, leggere un quadro che racconta il Vangelo, imparare un piccolo canto .

 Questa volta trovate tutto su questo link dell’ufficio catechistico diocesano :
GRAZIE a tutti quelli che ci hanno scritto : le vostre osservazioni, i vostri pensieri i sono per noi un grande aiuto e segno di vicinanza e importanti !
Un affettuoso  saluto a voi tutti  Patrizia

P.S.   Su google o altro motore di ricerca youtube, digitando Messa Santa Marta, si possono riascoltare le omelie delle Messe di Papa Francesco celebrate  ogni mattino alle 7:00

#restoacasaconTE – 2° Puntata

Messaggio da don Claudio e le catechiste di San Salvario per le famiglie e tutti i bambini:

“Carissimi,

Qui  in allegato il foglio con la parola del parroco e notizie della parrocchia e anche la seconda puntata di alcune proposte per aprire in famiglia un tempo di condivisione  tra voi  con Gesù .

Abbiamo  inserito  il codice colore  per meglio orientarsi, scegliere  le proposte  più adatte ,tenendo presente che  NON è necessario “fare” tutto.

Quello che è davvero  importante è che possiate cogliere  questo tempo particolare come un’ occasione inaspettata, ma importante, per mettersi in gioco tutti grandi  e piccoli , nel desiderio di  approfondire la conoscenza di Gesù, in tanti e altri  modi , nel cuore della vostra casa . 

 CI sono diversi  link su youtube in cui sentire un salmo disegnato e detto da un bambino , un mosaico particolare, disegni da colorare e il testo del Vangelo  a leggere a più voci, o da ascoltare raccontato da una catechista in un video. 

A voi e ai vostri figli scoprire  e scegliere quello più adatto o che più vi piace.

Speriamo di incontrarci molto presto!”

Cliccando qua sotto troverete il materiale

restoacasaconTe 22 marzo

#restoacasaconTE – 1° Puntata

Messaggio da don Claudio e le catechiste di San Salvario per le famiglie e tutti i bambini:

“Carissimi ,

sentiamo più che mai il bisogno di restare vicini anche nella distanza fisica, di comunicare e confermarci nella Speranza e  nella fede in questa faticosa, difficile  quotidianità.

Con don Claudio e  la diocesi abbiamo pensato a come continuare il discorso della catechesi a casa , in famiglia. Trovate allegato uno strumento  con diverse proposte, che potete utilizzare  con i vostri bambini e ragazzi, e che può lasciare un’eco buona anche in noi  adulti.   

Si compone di alcune parti:

  1. Le parole per nutrire la fede e qui trovate :
  2. ll testo del Vangelo,
    b. un testo di narrazione dialogata,
    c. il link di un video con il racconto per i ragazzi
    d. un breve commento, soprattutto per gli adulti, come accompagnamento di un tempo per stare sulla Parola di Dio
    e. il racconto attraverso un’opera d’arte con una pagina di commento all’immagine ed alcune domande-guida alla lettura dell’immagine
    f. alcuni disegni da colorare e guardare con i più piccoli

 

  1. I segni per nutrire la fedequi trovate :
  2. la proposta di preghiera con un salmo (vedi link) 
  3. il riferimento al sussidio proposto dall’Ufficio Liturgico diocesano
  4. l’invito ad allestire un angolo della preghiera

 

  1. Le relazioni per nutrire la fede in cui è inclusa :

L’indicazione di gesti da fare per la preghiera e per curare la fraternità”

 

Cliccando qua sotto troverete il materiale:

resto a casa con Te

 

 

Feste di Carnevale per tutte le età

Manca poco alla festa di Carnevale? Stai preparando la tua maschera?

Per i bambini e ragazzi dalla 1° elementare alla 2° media ci troviamo giovedì 20 febbraio in via Giacosa 8 dalle 16,30 alle 19: Festa in maschera!

Per i ragazzi e giovani dalla 3° media alla 2° superiore ci troviamo all’Oratorio San Luigi in via Ormea 4: Young Party!

 

Attenzione! Avviso importante!

Causa Rimozione Bomba il ritiro d’Avvento delle Elementari sarà spostato l’8 dicembre