La testimonianza: Filippo e il Servizio Civile al San Luigi

Cosa vuol dire don Bosco a San Salvario? Ecco la testimonianza di Filippo, 24 anni, di Torino, studente che ha provato i corsi di cinema e scienze motorie all’Università di Torino, e che ha preso un anno sabbatico di riflessione per dedicarsi al Servizio Civile all’Oratorio San Luigi:

Ciao, mi chiamo Filippo, ho 24 anni e sono di Torino. Ho studiato cinema e ho frequentato l’università di scienze motorie per un anno, ma ho capito che non era la strada giusta per me. Ora sto facendo servizio civile per capire davvero quale percorso intraprendere e per scoprire qualcosa più su me stesso: i miei limiti, i miei difetti e i miei punti di forza. Sono qui per mettermi in gioco.

La testimonianza: Sara e il Servizio Civile al San Luigi

Cosa vuol dire don Bosco a San Salvario? Ecco la testimonianza di Sara, 26 anni, di Torino, studentessa di Scienze dell’Educazione che ha conosciuto l’Oratorio tramite un’amica. Amore a prima vista, tanto che proprio al San Luigi ha deciso di svolgere il Servizio Civile:

Sono Sara, ho 26 anni e sono di Torino. Sto studiando Scienze dell’Educazione per diventare educatrice. Tramite un’amica ho conosciuto il San Luigi l’anno scorso e ho cominciato a svolgere volontariato tenendo un corso di italiano per stranieri. Ho scelto di fare qui il Servizio Civile perché mi piace molto questo ambiente multi-culturale e i diversi servizi che l’oratorio offre, che danno la possibilità di sperimentarsi su più fronti.

La testimonianza: gli studenti dell’Istituto Giulio di Torino e lo stage al San Luigi

Cosa vuol dire don Bosco a San Salvario? Ecco la testimonianza di Elena Federigo, Noemi Zuffa, Ana Maria Schipor, Sebastian Turcu, Arazely Zuniga, Serena Franco e Andreea Stolnicu, studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore C.I. Giulio di Torino che hanno svolto lo stage all’Oratorio San Luigi:

La nostra permanenza all’oratorio San Luigi ci ha permesso di svolgere lo stage in un ambiente sereno, tranquillo, accogliente e non ci si annoia mai! E’ un ambiente ben organizzato in cui l’obiettivo principale è il benessere e l’educazione da trasmettere a tutti i ragazzi che ne fanno parte. Oltre ad un luogo di lavoro può diventare anche un ambiente familiare, tutti i responsabili sono disponibili per qualsiasi cosa e ti guidano sempre nel tuo percorso di stage. Noi siamo riusciti a raccogliere tutto ciò che di buono ci hanno insegnato e trasmesso e abbiamo potuto vivere una possibile realtà lavorativa. Abbiamo imparato molto anche dai bambini, per esempio come vedere il mondo dai loro occhi.

La testimonianza: Elussin al Servizio civile a Spazio Anch’io

Cosa vuol dire don Bosco a San Salvario? Ecco la testimonianza di Elussin, giovane studente del Politecnico, di origine marocchine ma nato a Torino, che ha aderito al Servizio civile a Spazio Anch’io:

Mi chiamo Elhoussine, sono originario del Marocco, sono nato a Torino e studio al Politecnico. Quest’anno ho cominciato anche il servizio civile nazionale allo Spazio anchio, un’area dell’Oratorio Salesiano San Luigi situata nel Parco del Valentino di Torino: il servizio prevede 12 mesi di volontariato con un rimborso spese erogato dal servizio di Educativa di strada della Cooperativa Sociale ET.

Ho scelto di fare il servizio civile per vari motivi, da quelli logistici, monetari. La sede del servizio è stata una scelta molto semplice perché conosco molto la realtà dell’Oratorio San Luigi dall’età di 7 anni, da quando ero un semplice utente dei vari servizi fino ad oggi: la realtà all’Oratorio collaboro è cambiata in meglio, ho potuto osservare molte migliorie che hanno portato benefici alla comunità del quartiere che sovente frequenta l’Oratorio.

All’oratorio svolgo diverse attività: il corso di italiano per stranieri, il doposcuola, i laboratori artigianali, i corsi di educazione alla salute – sensibilizzazione dei rischi legati all’uso dell’alcool e delle sostanze stupefacenti – attività sportive, e ricerca sul territorio di ragazzi e giovani adulti con delle difficoltà di vario tipo, per poi provare ad accompagnarli nel loro percorso di vita. Sono circa a metà della durata del mio periodo di servizio, sono felice di aver appreso nuove cose, superando alcune mie difficoltà e timori, conoscendomi più a fondo e aumentando la mia autostima.
Questa esperienza mi ha permesso di capire sempre quali sono i miei punti di forza e quali quelli di debolezza per cercare di migliorarli il più possibile lungo il mio percorso di vita, a prescindere dal percorso accademico/lavorativo che farò.

La testimonianza: la prof. Rossana Vignali e l’Alternanza Scuola Lavoro

Cosa vuol dire don Bosco a San Salvario? Parla Rossana Vignali, docente al liceo Galileo Ferraris di Torino,  coordinatrice del progetto “Minori Migranti”, nell’ambito degli stage di alternanza scuola-lavoro previsti dal Ministero dell’Istruzione, attivati all’Oratorio San Luigi di via Ormea.

Il punto di partenza del progetto “Minori migranti”, elaborato nell’ambito degli stage lavorativi dell’alternanza scuola-lavoro, è la necessità e l’urgenza di una piena integrazione dei minori migranti che raggiungono l’Italia dopo viaggi lunghi e dolorosi. Una piena integrazione non lascerà spazio al risentimento. I giovani stranieri devono poter sentire che il paese che li ospita si preoccupa di dar loro gli strumenti  per poter essere parte del futuro di questo paese o che per lo meno ci prova.

Il coraggioso piano di aiuto e sostegno messo in piedi dal Comune e, soprattutto, dall’Oratorio salesiano può trovare nella cooperazione con studenti delle superiori un ulteriore puntello. I giovani stranieri hanno fatto amicizia con i nostri aĺlievi, hanno percepito l’apprendimento della lingua italiana come fondamentale per stringere relazioni amicali. Hanno imparato cose nuove secondo le modalità e la sensibilità di loro coetanei. Il desiderio dei nostri giovani di potere incidere sul loro futuro attraverso l’apprendimento li ha sicuramente fatti sentire importanti, amati.

Tanto più significativo è stato il “guadagno “per i nostri allievi. Sono venuti a conoscenza di realtà durissime. Hanno capito quanto poteva essere incisiva la loro azione di tutoraggio. Hanno selezionato percorsi di supporto e modalità di intervento che potessero essere gradevoli e coinvolgenti. Hanno anche dovuto sviluppare e affinare strategie psicologiche e capacità di approccio per potersi adeguare ai giovani che erano stati loro affidati.

Come insegnante ho intravisto splendidi giovani che, con grande senso di responsabilità, ce la stavano mettendo tutta.

 

Note per Don Bosco con l’organista Roberto Canali al Sacro Cuore di Maria

La rassegna organistica salesiana “Note per don Bosco”, giunta alla sua nona edizione, fa tappa alla Chiesa Sacro Cuore di Maria. Il 27 aprile alle ore 21, in via Oddino Morgari 9 (angolo via Belfiore) a Torino, si terrà il concerto per organo, con proiezione su maxi schermo, del maestro Roberto Canali, docente di Organo al conservatorio di Napoli, che riproporrà un repertorio delle musiche di Bach, Bossi, Petrali, e altri compositori.

Sarà inoltre un’occasione per ascoltare musica nella chiesa che ha avuto, nel 1898, il più grande organo d’Italia.

Ingresso libero

Info 011/6699083

Con don Bosco attività di volontariato per tutti i gusti a San Salvario

L’Istituto San Giovanni Evangelista, a Torino, offre numerose opportunità di spendere il proprio tempo libero in attività di volontariato. Questa possibilità è rivolta alle più diverse fasce di età e tiene conto delle differenti disponibilità, sia per chi ha solo qualche ora da dedicare durante la settimana, sia per chi desidera sperimentare le proprie materie di studio direttamente in campo.

Tra le attività di volontariato offerte dall’Istituto:

Formazione adulti e accompagnamento (2 ore settimanali)

  • attività di orientamento dello Sportello Lavoro, aiuto nella compilazione del curriculum, sostegno nella ricerca di un impiego, aggiornamento della posizione nel database del Centro per l’impiego di Torino
  • sportello di aiuto online per la lettura e la comprensione delle bollette per le utenze, per orientarsi nel mondo online delle varie aziende, compilazione richieste e modulistica online
  • laboratori di informatica: conoscenza base del pacchetto office
  • assistenza e accompagnamento delle famiglie alla ricerca di aiuti, inserimento domande richiesta contributo Ufficio Pio, iscrizione centro per l’impiego

Fundraising risorse umane e finanziarie

  • ricerca bandi
  • scrittura progetti per partecipazione a bandi

Oratorio Salesiano San Luigi: giovani e ragazzi

  • San Lunch (1 ora al giorno): reperimento pasti in macchina in uno dei 3 punti di raccolta, distribuzione dei pasti ai ragazzi
  • Doposcuola (2 ore settimanali): assistenza compiti con affiancamento agli educatori
  • Piedibus (1 ora settimanale): accompagnamento a piedi dei bambini dalla scuola all’oratorio
  • Catechesi cristiana (1 ora settimanale): affiancamento di catechisti ai gruppi di bambini e ragazzi
  • Movida Spirituale (2 ore settimanali): collaborazione nell’organizzazione delle attività di interazione con i giovani della movida di Largo Saluzzo

Comunità minori stranieri non accompagnati

  • preparazione dei pasti insieme ai ragazzi accolti tutti i giorni della settimana
  • insegnamento della lingua italiana al mattino o al pomeriggio
  • organizzazione di attività ludico-formative
  • “affido leggero” da parte delle famiglie torinesi di giovani diciassettenni per costruire relazioni con essi, accompagnandoli verso una propria autonomia
  • organizzazione momenti di gioco o gite con i ragazzi
  • ricerca di borse lavoro, ricerca di risorse per tirocini lavorativi in azienda

Sport Auxilium San Luigi (da settembre a maggio, 1/2 volte a settimana per 2 ore)

  • allenatori o aiuto allenatori con stile educativo salesiano
  • aiuto gestione squadre, dirigenti
  • segreteria (2 ore settimanali)

Comunicazione sociale 

  • raccolta e produzione di materiale informativo sulle attività svolte nell’opera (eventi)
  • produzione di contenuti e pubblicazione nel sito, gestione della newsletter e dei social network
  • realizzazione di interviste, montaggio video, cortometraggi

Educativa di strada

  • Progetto Spazio Anch’io al Valentino (3 ore settimanali): attività di insegnamento della lingua italiana a stranieri e partecipazione all’organizzazione di attività ludico-creative

Info e contatti: oratorio@sanluigi.org / 3387257105

Maggiori Info sulla PROPOSTE DI VOLONTARIATO

Oratorio Estivo a San Salvario: segui l’Estate Ragazzi 2018 settimana per settimana

N.B. La pagina sarà in continuo aggiornamento durante le 9 settimane di ER con i programmi e le fotogallery 

È cominciato il corso per animatori in preparazione dell’Estate Ragazzi 2018 all’Oratorio salesiano di San Salvario. Venti animatori si sono ritrovati per organizzare e programmare i momenti formativi che accompagneranno tutte le settimane dell’oratorio estivo. Il sussidio che accompagnerà l’intero percorso sarà Yubi. I custodi delle luci con il quale si affronteranno i temi dell’amicizia e della Grazia,  in linea con la prossima GMG  – Giornata Mondiale della Gioventù “Non temere Maria, poiché hai trovato grazia presso Dio”, che si svolgerà a Panama nel Gennaio 2019.

In Oratorio l’estate sarà più bella tra feste, gite, tornei, laboratori e momenti di formazione. Le attività si svolgeranno dall’11 giugno fino al 7 settembre e saranno divise per fasce d’età.

Di seguito pubblichiamo la foto degli animatori che accompagneranno i ragazzi all’Oratorio Estivo salesiano con indosso le nuove maglie dello staff 2018:  gli aiuto-animatori con la maglia bianca,  gli animatori con la maglia verde,  i responsabili con la maglia rossa. 

In foto, da sinistra a destra:
> Maglia bianca
 Ghofran, Ilaria, Bianca e Nadir
> Maglia verde Sonia, Giulia, Verena, Ivan, Mouna, Marco, Mohcin, Ilaria, Erika, Nosa, Lorenzo, Samuele
> Maglia rosso Sara, Renato, Sajmir, Valeria, Giulia, Alessia, Sofia, Don Mauro

 

 

Di seguito la locandina con tutte le informazioni sulle attività dell’Oratorio Estivo a San Salvario e il programma di Estate Ragazzi aggiornato settimana per settimana:

 

P

Questa estate tutti in Giappone con Yubi

Quest’anno l’Oratorio Estivo si trasferirà in Giappone per la più grande avventura che la valle di Yubi abbia mai vissuto: con “Yubi e i Custodi della Luce”, un film di animazione interamente dedicato ai GREST, i ragazzi, insieme agli animatori, potranno vivere l’esperienza estiva in modo ancora più entusiasmante! Il cofanetto, disponibile sullo store online, di Ora Giovane, contiene 3 fascicoli e l’ accesso ai contenuti multimediali online.

Per i ragazzi del Centro MSNA un Lunedì dell’angelo al Colle don Bosco

 

 

Cinque dei ragazzi accolti dal Centro di Accoglienza per Minori Stranieri Non Accompagnati dell’oratorio della Parrocchia Santi Pietro e Paolo di Torino sono partiti insieme a don Mauro Mergola alla volta del Colle don Bosco in occasione del Lunedì dell’Angelo.

Alagie, Ahmed, Salah, Leonard e Oumar hanno vissuto una giornata in amicizia, visitando i luoghi dove don Bosco ha trascorso la propria giovinezza e hanno visto la casa in cui è nato…quella casa che in fondo oggi è diventata anche un pò la loro!

 

 

 

 

 

A San Salvario con “DI.TE” accoglienza diurna per ragazzi minori stranieri

All’interno delle attività dell’Educativa di Strada dell’Oratorio San Luigi viene offerto il servizio DI.TE, centro diurno di accoglienza per ragazzi minori stranieri non accompagnati (MSNA), fuoriusciti da comunità o che vivono in condizioni di precarietà. Il centro si trova in via Giacosa 8, nel quartiere di San Salvario, a Torino, all’interno degli spazi e dei servizi dell’Oratorio Santi Pietro e Paolo, ed è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12.30.

Al centro di accoglienza diurna DI.TE si potrà:

  • fare la doccia
  • riposare
  • fare la colazione
  • lavare i vestiti
  • ricevere aiuto legale
  • cercare lavoro

“L’obiettivo è quello di creare un ambiente accogliente in cui i ragazzi possano trovare un punto di riferimento e degli educatori con cui instaurare un rapporto sano e di fiducia – spiega Giulia, referente del centro –  un posto per chiacchierare, fare una doccia, lavarsi i vestiti, fare la prima colazione, e poter investire in modo positivo sul proprio futuro in percorsi formativi e di avviamento professionale, corsi di italiano, supporto legale, e quant’altro.”

Nel territorio torinese il progetto è gestito dal Comitato SCS/CNOS e dalla Cooperativa E.T., e si ricollega al progetto sperimentale nazionale “M’interesso di te”, rivolto all’assistenza e all’accoglienza dei minori stranieri “invisibili”.

3272382685 – numero di cellulare della Bassa Soglia, attivo dalle 9 alle 19
3666572349 – numero di cellulare di Spazio Anch’io attivo al pomeriggio dalle 15 alle 19

Maggiori Info sulla EDUCATIVA DI STRADA